lunedì 28 settembre 2015

Una sacca termica sperimentale

Salve a tutti,
come state?  Noi siamo da poco tornati da una bella vacanza ed è per questo che ultimamente non ho scritto molto (non è che io scriva mai molto comunque...)  =)
Quest'oggi vi voglio far vedere un piccolo progetto che ho realizzato con mio marito:
una piccola sacca termica da zaino.

Siamo partiti da un parasole da auto, il più brutto che ci sia.

Abbiamo disegnato la forma che avevamo deciso di fare (una forma che consentisse un risultato rapido con meno cuciture possibili)

... e ritagliato con forbici non da sarta.

Poi abbiamo riprodotto la stessa forma su una stoffa
scelta a caso tra quelle nel mio armadio delle stoffe

e incollato i due pezzi, per coprire il disegno antipatico.

Avvicinando i lembi

... e tenendoli ben fermi

... abbiamo fatto le poche cuciture richieste.

Alla fine abbiamo aggiunto un pezzo di velcro per fissare la chiusura.

Il risultato ci è piaciuto!

Ci stanno un po' di cose e la sacca termica sta lei stessa contenuta nello zaino del papà!

Di sicuro da questo progetto può risultare un lavoro migliore, se lo rifacciamo stando attenti ad alcuni particolari.  Abbiamo lavorato un po' di fretta e stavamo solo facendo un tentativo con i materiali scelti.  Comunque, come ogni cosa, a me dà un senso e un insegnamento.
Anche se l'estetica non è delle migliori, il risultato è funzionale.

Voi non fate mai degli esperimenti un po' azzardati?

Vi saluto, brava gente!

2 commenti:

  1. Ma che bella creazione!! Anche noi ogni tanto facciamo maldestri esperimenti di cucito, a volte funzionano a volte meno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è provarci senza demordere!
      ciao!

      Elimina

Grazie per il tuo commento!